Regime alternativo di intestazione quote 100 ter TUF
(Testo Unico della Finanza)


Next Equity, grazie ad un accordo con Directa SIM, offre ai propri investitori l’opportunità di aderire al regime alternativo di intestazione delle quote.

Cos'è il regime alternativo di intestazione delle quote

Tale opzione, prevista dall’art. 100 ter del TUF, permette all’investitore di sottoscrivere le quote durante la campagna di equity crowdfunding intestandosele per il tramite di un intermediario abilitato, che diventerà intestatario formale delle quote e dovrà tenerne evidenza nei propri registri interni del titolare sostanziale delle quote.

L’intermediario abilitato si preoccuperà anche di aggiornare le relative annotazioni e - a richiesta - provvederà al rilascio dei certificati e delle attestazioni rilevanti per l’esercizio dei diritti sociali da parte dell’investitore.

Vantaggi di scegliere il regime alternativo di instestazione quote

Scegliendo questa opzione in futuro l’investitore potrà vendere tutte o parte della sue quote senza costi, perché non dovrà più rivolgersi ad un professionista abilitato, ma in modo immediato, facendo una semplice comunicazione a Directa SIM, la quale provvederà, dopo le opportune verifiche, a trasferire la titolarità delle quote al nuovo intestatario senza alcuna spesa ulteriore e senza dover gestire la tassazione nella dichiarazione dei redditi perchè Diretta SIM agisce come sostituto di imposta per le persone fisiche.

Se vuoi saperne di più, leggi:

Art. 100 ter

Testo Unico della Finanza (Decreto Legislativo n. 58/1998 TUF)

Come funziona la procedura di adesione

Al termine del percorso di investimento sul nostro portale, all’investitore verrà richiesto se vorrà aderire o meno al regime alternativo di intestazione delle quote. Se l’utente selezionerà l’opzione “desidero optare per il regime alternativo di intestazione delle quote“ il portale comunicherà il nominativo dell’investitore a Directa SIM, che provvederà a controllare se è un cliente che ha già un conto o ad aprire un nuovo rapporto, dando alla piattaforma tempestiva comunicazione alla conclusione dell’iter di intestazione.

Quanto costa aderire al regime alternativo

I costi che Directa SIM applica per aderire al regime alternativo sono:

  • 15,00 € una tantum se l’investitore è persona fisica.
  • 80,00 € una tantum se l’investitore è una persona giuridica.
  • +20,00 € per ciascuna adesione al regime alternativo di intestazione delle quote.
  • 5,00 € per il rilascio della certificazione comprovante la titolarità delle quote, necessario come titolo di legittimazione per l’esercizio dei diritti sociali. (il primo rilascio è gratuito, 5,00 € per i successivi rilasci).